Utopie di Bellezza

Senza titolo

Artista

Daria Dmytrenko

Dimensione

80x100cm

Supporto utilizzato

Tela di lino

Tecniche utilizzate

pittura ad olio

Artista

Daria Dmytrenko

Dimensione

80x100cm

Supporto utilizzato

Tela di lino

Tecniche utilizzate

pittura ad olio

Concept

In riva al Lago col crepuscolo si svegliano gli animali notturni. Nel fruscio dei cespugli e nel crepitio dei rami echeggiano versi cupi. Fischio forte ed immane di una bestia sconosciuta. Silenzio. Poi di nuovo suoni e sussurri. Sulla riva del Lago, dalla profondità del bosco, si avvicinano le sagome delle bestie terrestri alle creature acquatiche. Avviene un rituale. Una figura antropomorfa emerge, quasi indistinta, affacciandosi alla nostra muta testimonianza. L’occhio è un elemento significante di questa opera, non ha mai osservato un essere umano: esso appartiene ad una creature completamente selvatica ed ibride di un mondo mistico e sospeso. Ha uno sguardo peculiare- curioso ma calmo e sicuro.

Descrizione

Ogni vita è costellata fin dal principio con delle immagini che la definiscono, che nutrono l’immaginazione. Elenchi infiniti di forme ed idee si sommano e formano l’iconologia personale di ciascuno di noi. Sento che durante il processo pittorico il mio ruolo è quello di riconoscere un nucleo, un fardello di informazioni e suggestioni accumulate, di estrarre un’immagine innata che chiede di essere vissuta. Da sempre gli animali hanno offerto la propria specie alla rappresentazione di alcune qualità, a delle intenzioni: sono diventati simboli, segni zodiacali, sono stati assimilati dalla mente umana sino a diventare già al momento della nostra nascita esseri del mito, spiriti protettori, antenati, segreti alleati. Le rappresentazioni che propongo sono epifanie che la mente mi offre quando la tela è già in corso d’opera, per le fonti non utilizzo riferimenti fotografici ma mi rivolgo a quel tipo di immagini spontanee, del cuore, che si districano e diventano limpide poco alla volta, mentre esse cambiano, si sovrappongono dando vita a delle metamorfosi di più parti nella stessa creatura. Tali creature quindi, sono sempre delle invenzioni.