Utopie di Bellezza

Lotta tra galli

Artista

Michele Berta

Dimensione

80x70cm

Supporto utilizzato

tela

Tecniche utilizzate

Olio

Artista

Michele Berta

Dimensione

80x70cm

Supporto utilizzato

tela

Tecniche utilizzate

Olio

Concept

Consacrati al sole e alla luna, i Galli, rappresentano in sé la gioia, la certezza della luce, l'annuncio del sole che sorge da oriente, la voglia di essere vivi. Questi aspetti si rispecchiano nel Gallo, come un riflesso che ci mostra ciò che vediamo solo in superficie, ma il legame covalente che lo lega con la sua controparte è quasi un processo d’appetito per quel lato che non riusciamo a percepire, nascosta, profonda," piatta oltremare", riemerge in un colpo d'ali che appeso nello spazio assente della luce del blu, ci dichiara un intento di guerra, mettendoci in guarda ed interrogandoci sulla nostra vera condizione. La bellezza che risiede in questo istinto primordiale di lottare, lottare per sopravvivere, lottare contro la nostra parte migliore, per trovare una verità, ci rende consci di in una sorta di dottrina dei contrari, che come concetti opposti si scontrano, in quanto tali, lottano fra di loro ma, nello stesso tempo, non possono fare a meno l'uno dell'altro poiché vivono solo l'uno in virtù dell'altro. Rassegandosi all' idea di una condizione utopica di benessere permanete. In questa polarità, questa guerra fra i contrari in superficie, ma armonia in profondità, riusciamo a trovare la bellezza di ogni cosa che si traduce nella legge universale della Natura.

Descrizione

Il silenzio è tutto ciò che ci circonda. L'immagine è solo una nota fissa strappata da un'armonia più articolata. Cambiare punto di vista è uno sforzo necessario per tentare di trovare ciò che realmente si sta cercando, in questa continua indagine si contrappone la necessità di fissare una figura all'interno di una tela per renderla duratura e immutabile. Lo spazio resta solitamente scarno per lasciare respiro e valorizzare la figura che concerne, è volto alla contemplazione del soggetto, per quanto possa sembrare assente è fondamentale per diventare un "non luogo" silenzioso. Non ci sono immagini ricorrenti all'interno del processo creativo, seppur sembri casuale la scelta dei soggetti è in relazione al cambiamento quotidiano.