Utopie di Bellezza

Loading 99%

Artista

Aurora Avvantaggiato

Dimensione

100 x 21 x 2 cm in totale. l'opera è composta da 5 pezzi ognuna con le seguenti misure: 21 x 29 x 2 cm

Supporto utilizzato

marmo di Carrara

Tecniche utilizzate

grafite e intaglio su marmo di Carrara

Artista

Aurora Avvantaggiato

Dimensione

100 x 21 x 2 cm in totale. l'opera è composta da 5 pezzi ognuna con le seguenti misure: 21 x 29 x 2 cm

Supporto utilizzato

marmo di Carrara

Tecniche utilizzate

grafite e intaglio su marmo di Carrara

Concept

La quarantena mette in evidenza il persistente divario Nord-Sud. Alla scioccante scarsità di letti e reparti di terapia intensiva fanno da contraltare strutture immense, metri quadri e spazi sprecati, abbandonati. “Cristo si è fermato a Eboli” di Carlo Levi è ancora tragicamente attuale. Ecco l’ospedale di Eboli, simbolo del persistente degrado di un paesaggio architettonico abbandonato, la denuncia dell’incompiuto e l’azione artistica che opera la necessità di compiutezza. Una sequenza, un loading 99%, che compone e completa ciò che l’uomo dimentica. E’ il miracolo dell’Arte, il processo di completamento di un'immagine e la dolce utopia grafica e scultorea di un ospedale che attende di essere davvero compiuto. “Cristo non è mai arrivato qui, né vi è arrivato il tempo, né l'anima individuale, né la speranza, né il legame tra le cause e gli effetti, la ragione e la storia. In questa terra oscura, senza peccato e senza redenzione, dove il male non è morale, ma è un dolore terrestre, che sta per sempre nelle cose, Cristo non è disceso. Cristo si è fermato a Eboli”. (Carlo Levi, 1950) per visualizzare l'intera sequenza istallativa dell'opera cliccare sul seguente link: https://vimeo.com/437998349

Descrizione

le opere di Aurora Avvantaggiato traggono ispirazione dalle forme del paesaggio naturale e urbano, estraendole dal loro contesto per renderle veicolo della manifesta follia dell'uomo (oggi sempre più “consumatore”) e della sua perpetuante modificazione del paesaggio e dello spazio/tempo in cui viviamo. Tema centrale della sua ricerca è l’abbandono declinato in spreco (di spazio, risorse ed economia), in decadenza (culturale, intellettuale e della qualità della vita), in nome di un progresso che distorce e disconosce il senso autentico di concetti come bene comune, di progettazione e utilizzo sostenibile delle risorse del nostro micro e macro cosmo di riferimento . testo di Margherita Capodiferro, curatrice indipendente e Co-founder dell' Aps Z.N.S Art Project (Palagiano, TA)