Utopie di Bellezza

Ami

Artista

Letizia Lucchetti

Dimensione

26,5x29,4cm circa

Supporto utilizzato

Tela

Tecniche utilizzate

Colori ad olio

Artista

Letizia Lucchetti

Dimensione

26,5x29,4cm circa

Supporto utilizzato

Tela

Tecniche utilizzate

Colori ad olio

Concept

Non vado a pesca, non ci sono mai andata. Un amico di mio nonno era un pescatore, da quel che ricordo anche mio nonno andava con lui quando c’era bel mare. Non sono mai andata a pesca e non ho intenzione di andarci. Domani continuerò ad acquistare ami da pesca colorati: rosa o arancioni, per metterli sul comodino ed osservali prima di andare a dormire. Non sono mai andata a pesca. Ora penso a mio nonno, al suo amico che da quando è partito per la pesca non è più tornato. Tutti questi ami da pesca sono per voi .

Descrizione

La pittura sempre stata una necessità, più che una scelta. Non ho mai scelto di dipingere. Dipingo animali, molto spesso morti; oggetti che appartengono alla mia infanzia; situazioni comuni della mia vita che mi sono capitate; fiori; esseri che non hanno più vita, inanimati, immobili nel loro essere corpi. Come essere circondati da quelle stesse cose che ti hanno accompagnato per tutta la tua esistenza, che ti determinano, o meglio, da cui ti senti determinato. Quando dipingo, nella vecchia casa di mia nonna dove ora non c’è più nessuno, solo il silenzio, mi trovo da sola con le immagini mentali che poi dovrei dipingere, in uno spazio in campagna dove fuori da quella finestra non succede nulla. Proprio questa solitudine del luogo, a tratti straziante, che mi porta a ricordare a rivivere situazioni per poi poter dipingere ed è solo così che posso ritrovare me stessa nell’ atto di dipingere. Tutto quello che mi interessa è immobile, tutto quello che mi affascina è inanimato, morto. Credo che la pittura qui diventi un mezzo per animare per far riviere qualcosa, delle situazioni, per rendere quei sentimenti non più immobili e invisibili. La pittura per dare una determinata importanza, una sorta di immortalità da donare agli oggetti, agli animali morti, a quei fiori che poi appassiranno; tutto diventa pittura (o anche un pretesto per dipingere) immortale ed immobile. Non può cambiare nulla in un quadro dal momento in cui decido che esso è finito, sarà così per sempre.